info@danielapergola.it | Tel. +39 347 1645864

Articoli Correlati

Il pavimento pelvico: esiste e serve… eccome!

Il pavimento pelvico: esiste e serve… eccome!

Il controllo del muscolo pubococcigeo è “una facoltà di grande importanza nelle tecnica dell’amplesso… Tuttavia la ginnastica della zona pelvica è totalmente trascurata dalle donne, pressochè senza eccezioni” – T.H.van de Velde. Il matrimonio perfetto, 1926

Quando ho letto questa frase ho pensato..”ma è pazzesco..1926!!!!!

Sono passati ben 89 anni..ma è cambiato davvero qualcosa?

Lavorando con le donne, gravide e non, devo ammettere che si fa ancora molta fatica a riconoscere questa nostra parte del corpo. Il perineo è l’insieme delle parti molli che chiudono in basso la pelvi, al cui interno sono contenuti la vescica, l’utero e il retto… per intenderci corrisponde alla regione del corpo che si appoggia sulla sella della bicicletta.

Il pavimento pelvico rappresenta la parte interna del perineo…è l’insieme dei muscoli e fasce che lavoravo per chiudere e aprire uretra, vagina e ano e sostenere vescica, utero e retto. E’ facile capire che il pavimento pelvico gioca un ruolo fondamentale per la continenza urinaria e fecale – capacità di far pipì e feci nel posto giusto e al momento giusto – ma anche nella sfera sessuale.

Ricordo che l’ Organizzazione Mondiale della Sanità include oltre al benessere fisico, psichico e sociale anche quello sessuale nella definizione di salute!

E’ fondamentale lavorare sul pavimento pelvico in ogni fase della vita di ogni donna, a maggior ragione in gravidanza nei corsi preparto, nel post partum ed in menopausa con corsi specifici.

Vi invito a partecipare al corso di rieducazione del pavimento pelvico.

E’ un momento importante per aiutare il nostro perineo a ritrovare il suo giusto tono e giusta funzione dopo che ha lavorato per lasciarsi andare per dare alla luce il nostro cucciolo.

Dopo il parto è possibile avere qualche disturbo legato alla minzione (incontinenza, cistite, difficoltà a svuotare correttamente la vescica…)o dispareunia , ovvero dolore durante i rapporti…a maggior ragione se il nostro parto è stato medicalizzato con manovre di episiotomia, ventosa ostetrica o kristeller.

Basta veramente poco per risolvere queste difficoltà.

È prevista una visita personale di valutazione dei muscoli del pavimento pelvico, un piano terapeutico, la presa di coscienza, incontri personali e -o di gruppo con esercizi pratici.

Possono accompagnarvi i vostri bambini ed è possibile allattare.

È aperto anche ha chi ha partorito da tempo ma che ha problemi legati al perineo. .o semplicemente sente che è cambiato qualcosa.

Ricordo che dopo il parto è d’obbligo una valutazione del pavimento pelvico e soprattutto lavorare per prevenire quello che con il tempo può portare al prolasso, condizione in cui il pavimento pelvico non riesce più a sostenere gli organi e strutture della pelvi.

Articoli Correlati

Lascia il tuo commento

Please enter your name.
Please enter comment.